Tag

,

WP_20150817_032 - CopiaLa proposta dei giovani di AC per il campo estivo quest’estate è stata diversa dal solito: abbiamo fatto un percorso itinerante attraverso l’Umbria seguendo le orme di San Francesco per un cammino di spiritualità (e di allegria!) assieme al Santo che univa la gioia di seguire il Signore alla povertà in un modo perfetto.

Dopo il viaggio in pulmino, siamo arrivati all’eremo de La Verna dove S. Francesco ricevette le stimmate nel settembre 1224, due anni prima della morte, adempiendo così al suo desiderio di seguire ed imitare il Signore. Qui abbiamo pregato e meditato, partecipando alla Processione delle Stimmate che, ogni giorno, da secoli, si svolge all’Ora Nona per celebrare il miracolo ed alla S. Messa insieme alla comunità dei frati della Verna .

Il giorno seguente, ci siamo diretti verso l’ Eremo di Monte Casale, che ci ha accolto all’asciutto riparandoci da una pioggia scrosciante nella chiesetta e nel chiostro. Qui abbiamo partecipato alla Messa, poi abbiamo visitato l’ eremo guidati da un frate che ci ha raccontato la storia del Monte “dei Tre Ladroni” ed il “miracolo delle rape” e ci ha mostrato il letto di pietra dove dormiva S. Francesco. Nel pomeriggio, abbiamo proseguito verso Città di Castello dove abbiamo visitato la cattedrale.

A sera, siamo arrivati a Montone, dove ci siamo fermati per la notte, ospitati dalle Clarisse del monastero di clausura ed abbiamo partecipato alla sera di festa per il pallio dei rioni.

La mattina dopo, abbiamo intrapreso la prima tratta di cammino verso Pietralunga attraverso un paesaggio stupendo (graziati dal tempo che la mattina minacciava pioggia e poi ci ha regalato una bellissima giornata) seguendo la “via di Francesco”, indicata dai segni del Tau. A metà del cammino ci siamo fermati alla Pieve de’ Saddi dove abbiamo incontrato un altro gruppo di giovani. Finalmente, verso sera, siamo arrivati a Pietralunga.

Il giorno successivo, siamo ripartiti a piedi verso Gubbio in un’altra splendida giornata di lungo cammino, facendo un’altra tappa in una pieve.

Il penultimo giorno del campo (arrivato velocemente, purtroppo!) ci siamo spostati ad Assisi dove, per prima cosa, abbiamo visitato l’ Eremo delle Carceri, guidati da sorella Elena Ilaria, dove S. Francesco ed i Frati si ritiravano a pregare. Nel pomeriggio, ci siamo spostati verso la basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola dove ci siamo accostati al perdono del Signore ed abbiamo pregato dove S. Francesco pregava. Alla sera abbiamo pregato insieme alle suore francescane ed a un altro gruppo di giovani.

L’ultimo giorno (ormai ci eravamo già arrivati: il tempo volava!) siamo andati a San Damiano accompagnati da suor Mariana, la chiesetta ricostruita da San Francesco all’inizio della sua conversione, ed abbiamo celebrato la Messa a Santa Chiara. Poi abbiamo visitato la città e ci siamo ritrovati tutti nella Basilica di San Francesco: finalmente i “pellegrini” erano giunti a destinazione!

Infine, siamo ripartiti per Trieste.

 

Nei giorni del campo abbiamo condiviso la preghiera, anche seguendo le preghiere di San Francesco, e la gioia, le riflessioni, sulle “Fonti francescane” ma anche sull’enciclica “Ludato Sii”, il cammino e le risate…

È stato proprio un bel cammino, in tutti i sensi, vissuto nella gioia e nella fede!

Grazie al settore giovani, a tutta l’ équipe diocesana che ci ha permesso di fare quest’esperienza!

Annunci