Tag

, ,

L’esperienza del 65° Congresso Nazionale, Chieti 5-8 maggio 2016

immaginelocandinachieti2016-web

L’esperienza del congresso Nazionale della nostra federazione come sempre è stata arricchente sotto tutti i punti di vista: ha permesso a noi fucini di trovarci (e ritrovarci) in un clima di “seria allegria” in cui non solo abbiamo fatto serie discussioni, approfondimenti e condivisioni, ma abbiamo anche gustato la gioia di stare insieme in pieno “spirito fucino”.

Già il titolo del congresso “Giovani VerSo Domani” ha voluto indicare il nostro percorso di giovani impegnati a preparare la nostra vita per il nostro domani con tutte le difficoltà che ci troviamo davanti, quando proviamo a pensarci (leggi: “Giovani VS domani”).

In questa luce, i temi sui quali abbiamo riflettuto sono Università, Formazione e Lavoro, approfonditi nei lavori svolti dai gruppi: “Sistema università” in cui abbiamo analizzato la realtà universitaria, soprattutto dal punto di vista sociale; “I vincoli delle risorse” che ha riguardato le problematiche tecniche del finanziamento pubblico e del diritto allo studio; “ServiLavoro”, che ha considerato gli effetti che la formazione universitaria ha sul lavoro, visto come servizi resi alla società, “Formazione e vocazione” in cui si è sottolineata la condizione umana, sociale e culturale in cui noi giovani siamo immersi e le esigenze formative di cui ha bisogno la società, “PoliticaMente” in cui abbiamo discusso l’importanza del servizio dell’università rispetto alla ricerca del bene comune. Al termine di questo lavoro, le nostre riflessioni sono state inserite nel documento contenente le tesi congressuali.

A questi momenti di approfondimento è seguita l’Assemblea federale, in cui abbiamo discusso temi più strettamente tecnici riguardanti la nostra associazione (le mozioni di indirizzo, una mozione statutaria, le candidature dei rappresentanti all’assemblea federale), con anche alcuni momenti di dibattito molto partecipato.

Oltre alle “parti serie” delle riflessioni, dell’assemblea e dei momenti di meditazione e di preghiera abbiamo potuto gustare il piacere di stare insieme in alcuni momenti che il gruppo dei fucini di Chieti che ci ha ospitati ha pensato per noi. Ringraziando tutti loro, che hanno organizzato questo Congresso in maniera perfetta, ci siamo alla fine salutati per rivederci ai prossimi appuntamenti – le Assemblee regionali e le settimane teologiche di Camaldoli.

Annunci